L’isola di Capraia

Capraia è una piccolissima isola dell’arcipelago toscano situata di fronte a Piombino e abbastanza vicina alle coste settentrionali della Corsica.

Capraia è circondata da un mare blu bellissimo, ricco di pesci ed è meta rinomata per i sub che praticamente in estate invadono l’isola. Molti i diving che organizzano le escursioni, anche se le capacità di accoglienza dell’isola sono molto ridotte, viste le sue dimensioni (circa 8 chilometri da nord a sud). Per questo il turismo è mordi e fuggi, in giornata. Molti sub arrivano con il traghetto il mattino presto e ripartono la sera dopo un’intensa giornata di immersioni.

La mia visita all’isola di Capraia risale a più di 10 anni fa ed è stata piuttosto insolita rispetto a quello che vi ho appena descritto.

Prima di tutto mi sono fermato sull’isola 4 giorni, in una casa in affitto e poi non ho fatto immersioni. Ho accompagnato un gruppo di sub, ma io non mi dedico alle immersioni ed ho passato le mie giornate a terra. Non in una delle bellissime calette che offre l’isola perché era aprile ed era troppo presto per fare il bagno o prendere il sole. Ho passato le mie giornate girando in lungo e largo (si fa per dire) l’Isola di Capraia.

una caletta di Capraia

Siamo arrivati sull’isola con un traghetto da Livorno senza particolari problemi nonostante il mare mosso (ma per prenotare un traghetto per Capraia in alta stagione occorre pensarci per tempo, visto l’alto afflusso turistico) ed il primo impatto è stato con un porto brulicante di persone, nonostante la bassa stagione. Ma nei giorni successivi ho potuto apprezzare il silenzio dell’isola e la sua bellezza in solitudine. Un’esperienza davvero rilassante.

La vegetazione non è lussuriosa, l’isola è di origine vulcanica, ma comunque piacevole nella sua caratteristica mediterranea. Camminando per i sentieri abbastanza curati (anche se famosa per snorkeling ed immersioni il turismo dell’isola non trascura il trekking) ho incontrato conigli e qualche capretta, ma vista la stagione pochissime persone (i residenti sono meno di 500) e ho trovato questo particolare piacevole.

una capra a Capraia

I sentieri sono quasi tutti in leggera salita, dalle coste rocciose verso le colline centrali, ma non sono impegnativi e vista la scarsità di vegetazione alta basta salire un poco per avere dei panorami mozzafiato.

Consiglio vivamente la visita dell’Isola di Capraia in bassa stagione per godersi la natura dell’Isola. Ad aprile Capraia inaugura la stagione turistica proprio con il Festival del Camminare, dedicato agli amanti del trekking leggero, ma anche maggio è sicuramente un mese perfetto per queste escursioni e per godersi dei giorni di quiete e relax facendo delle sane camminate.

L’isola di Capraia ultima modifica: 2017-05-11T20:16:53+00:00 da Salvatore
Winter 468 x 60

About Salvatore

Divido la mia vita in blog, dove informo i miei lettori e vengo informato dai miei lettori. Scrivo ciò che conosco, leggo quel che voglio conoscere. Leggi tutti i miei articoli su Blogsdaseguire.it
This entry was posted in ho viaggiato and tagged , . Bookmark the permalink.

Ci sei stato ? Ci andrai ? Lascia un commento