Vacanze in montagna super con +card holiday delle Alpi Giulie

Vacanze in montagna super con +card holiday delle Alpi Giulie

Da luglio a settembre, la montagna è una meta perfetta per vacanze all’insegna della natura, in famiglia o con gli amici. L’offerta estiva del Tarvisiano, località delle Alpi Giulie in provincia di Udine situata al confine tra Italia, Austria e Slovenia, facilita e rende più interessante la vacanza grazie all’iniziativa transfrontaliera +Card Holiday, un contenitore di eventi, attrazioni e servizi per grandi e piccoli, concepiti per promuovere le attività all’aria aperta immersi in panorami mozzafiato. Rispettare l’ambiente e valorizzare il patrimonio naturale e culturale delle confinanti aree del Tarvisiano e di Hermagor-Pressegger See e promuoverle come un’unica destinazione turistica transfrontaliera sono gli obiettivi principali del progetto Interreg WoM365 “365 Days – World of Mountains”, nato grazie alla consolidata collaborazione fra il Consorzio di Promozione Turistica del Tarvisiano, l’Agenzia NLW Tourismus Marketing GmbH, ARGE Qualititätsbetriebe KIG Karnische Incoming GmbH & Mittgesellschafter e PromoTurismoFVG.

Visite ai musei gratis con la settimana dei musei

Visite ai musei gratis con la settimana dei musei

Se ami trascorrere i tuoi weekend tra musei e pinacoteche certamente avrai gradito l’iniziativa del Ministero per i beni e le attività culturali che ha previsto l’ingresso gratis nei musei, in tutta Italia. La prossima settimana, dal 5 al 10 marzo si terrà l’annuale settimana dei musei. Potrai visitare qualsiasi museo in Italia con ingresso gratuito. Ma se non puoi andare al museo preferito in quei giorni non preoccuparti. #IoVadoAlMuseo prevede 20 giorni di ingressi gratuiti nell’anno solare in tutti i monumenti, musei, gallerie, scavi archeologici, parchi e giardini monumentali. Nel 2019 Musei e siti del Ministero saranno aperti gratuitamente tutte le prime domeniche del mese da ottobre a marzo.

Asia, vicina e distante

Asia, vicina e distante

Quando dentro di te urli “basta, ho bisogno di una vacanza” quello a cui stai pensando è di fuggire lontano, di mettere la maggior distanza possibile tra te e lo stress . Quando io penso “vorrei andare lontano da qui” mi viene subito in mente l’ Asia e la distanza a cui mi riferisco non è solo quella chilometrica . Immaginarmi in vacanza in Thailandia, a Bangkok  o nella meno gettonata Cambogia significa pensare a quanto di più distante culturalmente ci sia dalla mia quotidianità ed è l’essenza stessa della vacanza: andare lontano, vedere nuovi mondi, scoprire nuovi punti di vista. La distanza fisica poi è ormai un concetto molto relativo: basta scegliere una buona compagnia aerea e le ore di volo diventano parte del viaggio. Le distanza culturale non deve essere qualcosa che spaventa, ma un interesse in più.

Settembre può salvare l’estate turistica

Si iniziano già a fare i bilanci di questa stagione estiva senza neanche aspettare che finisca veramente. Certamente dal punto di vista turistico non è stata un’estate esaltante per diversi motivi. Prima di tutto l’incertezza economica che ha convinto molti a rinunciare alle classiche ferie estive o a limitarne la durata. Poi il maltempo, che quest’anno non ha davvero dato tregua, lasciando contare sulle due mani le giornate di vero solleone . Infine la situazione internazionale che ha scoraggiato chi alle riviere italiche preferisce i paradisi extraeuropei. Tralasciando quest’ultima obiezione, sono convinto che l’estate abbia ancora molto da dire e che gli operatori turistici possano ancora lavorare ed allungare la stagione.

Riva del Garda: escursioni e divertimenti

Come ho raccontato l’estate scorsa con la famiglia abbiamo passato una settimana tra il verde ed il fresco dell’altopiano di Brentonico. Una vacanza di alta montagna, eppure a solo poche decine di minuti d’auto c’era chi stava facendo una classica vacanza estiva, tra gli spruzzi dell’acqua, gite in barca e tintarella sulla spiaggia. L’altopiano di Brentonico si innalza improvvisamente dalla costa est del Lago di Garda ed infatti una delle attrazioni che non si possono mancare è una bella salita con la funivia che dalle sponde del lago porta in cima alla vetta del Monte Baldo. Dalle cabine della funivia si può apprezzare uno splendido panorama del lago ed avere un colpo d’occhio sulle molte località turistiche della zona Abbiamo dedicato una giornata alla visita del lago di Garda e dei numerosi paesi turistici che vi si affacciano. Dopo un passaggio a Brenzone, un gelato a Malcesine, abbiamo passato la serata a Riva del Garda. Riva del Garda si trova sull’estremità nord del Lago ed è un paese molto attivo, mondano e molto accogliente per i turisti.

Hai mai pensato ad una settimana bianca in Corsica ?

Se in estate è facile pensare ad una bella vacanza in una delle bellissime isole del Mediterrano, da quelle più grandi (Sardegna, Elba, Corsica) alle più piccole (arcipelago toscano, ischia), in inverno queste località vengono completamente dimenticate. Ma i paesaggi meravigliosi che le isole possono offrire non terminano a settembre ed assumono altri colori e paesaggi invernali che non sono da meno. In Corsica ad esempio, pochi sanno che si può programmare anche una settimana bianca, una classica vacanza invernale, che nell’isola può essere programmata dall’inizio di dicembre fino ad aprile, a seconda delle nevicate. Le nevicate più significative generalmente si verificano verso febbraio e marzo. Le temperature relativamente calde si prestano a una neve farinosa in primavera.

I paradossi del turismo italiano

Il 2013 dovrebbe essere l’anno del rilancio del turismo in Italia e per questo sono state messe su, un gran numero d’iniziative di promozione per far conoscere all’interno del territorio e all’estero, quelle che sono le bellezze artistiche, culturali e naturali del belpaese. L’Italia è poi oggi molto più collegata che in passato e quando non va bene il treno, ci sono ad esempio i voli Milano-Napoli a collegare il capoluogo lombardo con quello campano. Recentemente è stata realizzata un’analisi realizzata da Confartigianato, nel triennio 2009-2011 ogni anno sono stati investiti mediamente 939 milioni e 600 mila euro per la promozione turistica delle 21 regioni e province autonome italiane. Si tratta di una spesa che è andata crescendo moltissimo negli ultimi anni ma che non ha fatto registrare lo stesso tasso di crescita per arrivi e presenze, creando peraltro un paradosso incredibile, che evidenzia come chi spende di più, riceve meno visitatori.

Viaggiare in Italia all’insegna dell’ecologia, con Italo Treno è tutto più semplice

Basta davvero poco per trasformare una semplice vacanza in un viaggio ecologico al cento per cento, pochi semplici gesti che ci permettono di essere davvero amici dell’ambiente in cui viviamo. Sono molte infatti le persone amiche dell’ambiente che si comportano in modo green durante tutto l’arco dell’anno e vogliono restare virtuose anche durante le loro vacanze. Ma quali sono questi piccoli gesti che ci aiutano a vivere dei viaggi davvero green? La prima cosa a cui è importante pensare è l’alloggio per le proprie vacanze, alloggio che deve a sua volta essere infatti ecologico al cento per cento. Meglio prediligere allora le strutture ricettive che si sono rese indipendenti dal punto di vista energetico sfruttando le energie rinnovabili, strutture che possono allora essere in possesso di pannelli solari, di impianti geotermici, di pale eoliche. Meglio prediligere poi le strutture che sono in possesso di un impianto di recupero dell’acqua piovana, da sfruttare magari per irrigare un orto biologico i cui prodotti vengono poi utilizzati per la preparazione della colazione per tutti i clienti.

La crisi colpisce le vacanze estive

Il 47% dei cittadini europei non andrà in vacanza questa estate. Rispetto all’estate del 2012 c’è un incremento del 10% di coloro che resteranno a casa durante il periodo di ferie. Facile intuire che la crisi economica stà colpendo pesantemente il settore turistico. E’ un dato fornito da Europ Assistance con il suo 13° Barometro Vacanze realizzato da Ipsos per analizzare i programmi di viaggio e le preoccupazioni degli Europei per l’estate 2013. Condotta telefonicamente su un campione di 4048 maggiorenni europei – nello specifico di Austria, Belgio, Francia, Germania, Italia, Spagna e Regno Unito – l’indagine “Intenzioni e programmi degli Europei per le vacanze estive” rileva che sono i paesi del sud Europa, dove il tasso di disoccupazione è più alto, quelli in cui si rilevano le più forti cadute: le intenzioni di andare in vacanza in Italia infatti sono del 53% (10 punti percentuali in meno rispetto al 2012 e 25 punti in meno rispetto al 2011).