Visita Pompei, prima che sia troppo tardi

Visita Pompei, prima che sia troppo tardi

Tra i tantissimi siti archeologici italiani, le rovine di Pompei sono conosciute in tutto il mondo come il meglio conservato, ma anche il peggio mantenuto. Non è un paradosso. Significa che il tempo da solo non ha modificato in modo significativo ciò che l’eruzione del Vesuvio del 24 agosto del 79 dC ci ha regalato, ma l’incuria umana rischia di farci perdere per sempre questa meraviglia irriproducibile. Pompei è un patrimonio mondiale che si sta disfacendo. Sono anni che si susseguono gli allarmi, ma sembra che le cose non sono cambiate molto e dopo ogni forte temporale si deve andare a fare un rapporto dei danni. Una clamorosa inefficienza, nonostante ci siano stati anche finanziamenti milionari da parte dell’Unione europea per il ripristino del sito archeologico. Evidentemente non si ha ben chiaro come utilizzare al meglio questi soldi . L’Italia ha una responsabilità enorme, ma a volte sembra non prestare molta attenzione alla sua storia, ed neanche ai risvolti economici che può avere una scarsa attenzione verso Pompei ma anche verso gli altri centinaia di siti archeologici in Italia. Speriamo che la nostra società contemporanea non distrugga ciò che il vulcano ha risparmiato 2000 anni fa.

Cosa sapere per la tua gita a Disneyland Paris

Cosa sapere per la tua gita a Disneyland Paris

Disneyland Paris in realtà comprende due parchi a tema separati, Disneyland Park e Walt Disney Studios Park, con una vasta gamma di attrazioni, circondati da hotel ed altre sistemazioni e ogni tipo di ristorante. E ‘aperto tutto l’anno ed in realtà non è proprio a Parigi, anche se Marne-la-Vallée dista poco meno di 50 chilometri dalla capitale francese , ed i collegamenti sono rapidi e comodi. Si può scegliere di soggiornare in uno dei sette hotel a tema del resort (ci sono anche hotel partner nelle vicinanze collegati ai parchi da un bus navetta gratuito) e mangiare a non meno di 65 ristoranti, caffè e bar. Quando andare Come con qualsiasi vacanza ci sono periodo di bassa e alta stagione per visitare Disneyland Paris, ma in questo caso andare in bassa stagione può non essere una cattiva idea, visto che l’affollamento dell’altra stagione rende meno gradevole visitare il parco . Natale, per esempio, è un periodo molto popolare  e quindi ci si deve aspettare prezzi più alti nel soggiorno e file più lunghe alle attrazioni. Comunque ci sono offerte speciali disponibili durante tutto l’anno. Ricordate però che molte delle attrazioni sono all’aperto e Parigi è conosciuta per il suo tempo piovoso e  in pieno inverno potremmo incontrare diversi giorni a fila con la pioggia.

Autunno ad alta quota: la tua vacanza in Trentino nel Parco Naturale Adamello Brenta

Autunno ad alta quota: la tua vacanza in Trentino nel Parco Naturale Adamello Brenta

L’autunno è la stagione ideale per trascorrere una vacanza in montagna o un weekend fuori porta che faccia assaporare l’aria pura delle valli più alte del Paese. Il Trentino Alto Adige, da sempre, è la meta preferita da italiani e stranieri in ogni periodo dell’anno e tutta la regione, dalle sue valli a sud fino al confine con la Svizzera, è ricca di tradizioni, storie e luoghi naturali tutti da scoprire. Limonaie, frutteti, uliveti e fitti boschi: in Trentino la natura si diverte a tingersi dei colori più belli, con paesaggi mozzafiato unici al mondo. Una delle zone più frequentate del Trentino è la zona dell’Adamello Brenta, nella parte occidentale della regione. Questo parco comprende al suo interno alcuni degli animali più rari oggi in libertà come l’orso bruno e il delicatissimo stambecco, e possiede anche una flora fuori dal comune con piante considerate oggi in via d’estinzione.

una vacanza a Ragusa (o meglio Dubrovnik)

Ragusa è il nome italiano per Dubrovnik, città della Croazia chiamata anche Ragusa di Dalmazia o Ragusi. La città vanta un centro storico di particolare bellezza che figura nell’elenco dei Patrimoni dell’Umanità dell’UNESCO e che le è valso il soprannome di “perla dell’Adriatico“. Anche la sua nascita è molto particolare: inizialmente fu costruita su un’isola rocciosa poco distante dalla costa, a cui in seguito venne collegata mediante l’ interramento di un sottile braccio di mare su cui oggi sorge la parte pianeggiante della città. Sono tanti i motivi per visitare Dubrovnik, primo tra tutti la sua posizione sublime con cui si affaccia sulle calme acque blu dell’Adriatico. Poi per le sue mura medievali, il centro storico ed il lusso di molte sue vetrine. Durante la sua età dell’oro nel 16 ° secolo, aveva una delle più grandi flotte navali mercantili in tutto il mondo, con i consolati in oltre 50 porti stranieri. Oggi la gente viene qui per il tempo libero, non per il commercio, ma ovunque si può notare i suoi fasti passati. L’attrazione principale è il suggestivo centro storico pedonale, ricco di palazzi nobiliari e chiese barocche, protetti da robuste fortificazioni medievali. Aggiungi a questo le spiagge, mare incontaminato, ristoranti informali che servono frutti di mare, eleganti alberghi a cinque stelle e strutture sportive di prim’ordine, e la vostra vacanza è fatta.

Le 5 regole base per fare i bagagli

Il momento di fare i bagagli prima della partenza provoca in molti un po’ di ansia. Se c’è chi ritiene il compito assolutamente noioso, altri lo affrontano con eccessiva preoccupazione. I pensieri più comuni sono di dimenticare a casa qualcosa di importante, di portare troppi abiti e poi comunque non avere nulla da mettere (per clima a sorpresa o eventi non programmati), di trovare solo stoffe stropicciate invece di abiti stirati o di superare il peso limite concesso per l’imbarco in aereo. L’unico consiglio veramente valido è quello di fare le valigie con razionalità. Un bagaglio fatto con criterio e non sotto la spinta dell’emotività si può preparare seguendo queste 5 regole: 1. Fare la valigia per tempo Quante volte avete procrastinato il momento di fare i bagagli e poi nella fretta dell’imminente partenza avete finito per buttare tutta la roba che avete trovato nell’armadio in valigia ? Risultato una valigia pesante e così tanti vestiti che non vengono utilizzati nel vostro viaggio. Invece, con calma, bisogna stilare una lista degli abiti da portare, in modo da resistere alla tentazione di aggiungere un paio di scarpe ed evitare la sensazione che si può avere dimenticato qualcosa.

I consigli per un viaggio sicuro

Quando ho visto questo video realizzato da VoceArancio (il blog del Conto Corrente Arancio) sul tema viaggi in sicurezza in un primo momento ho pensato che fosse troppo apprensivo e che rischia di rovinare l’umore ai viaggiatori pronti a partire. Però fornisce consigli corretti per chi si appresta a fare una bella vacanza con la famiglia. Ritrovarsi lontano da casa, magari all’estero, con i documenti sbagliati, senza possibilità di pagare in contanti o malaguratamente con un problema medico non solo rovina la vacanza, ma può metterci in seria difficoltà. Partire con l’animo sollevato sapendo che in caso di imprevisti si è preparati e si sa cosa fare aiuta a godersi meglio il relax della vacanza. Quindi vediamo il video e seguiamone i consigli, senza per questo pensare che viaggiare sia irto di difficoltà. Gli argomenti trattati riguardano: – i documenti – i soldi – la copertura sanitaria – le zone da evitare per motivi politici/sanitari/militari – come scegliere l’albergo – il costo del roaming

I costi del roaming non sono più un problema

Mi raccomando, chiamami quando arrivi. Chi parte per un viaggio riceve sempre questa richiesta da parte dei familiari che rimangono a casa. E se il viaggio si protrae per più giorni, è il viaggiatore stesso che ha voglia di farsi sentire, di ricevere notizie rassicuranti da casa. di esprimere la sua soddisfazione per le vancaze. D’altra parte nell’era delle comunicazioni mobili è così facile chiamare da qualsiasi posto con il cellulare . Certo se si è all’estero si è un po’ preoccupati per il costo della telefonata. Qualche anno fa era veramente proibitivo, le telefonate venivano tagliate allo stretto indispensabile, si facevano complicati calcoli per verificare se conveniva chiamare dal fisso di casa o dal cellulare di chi era in viaggio. Con il tempo la situazione si è normalizzata, arrivando a costi accettabili, anche se sempre molto maggiori rispetto alle chiamate nazionali.

Porto Cervo: oltre alla movida c’è di più

Ci sono degli angoli di mondo che ciascuno di noi, almeno una volta nella vita, dovrebbe visitare. È il caso della nota Porto Cervo, conosciuta per le sue discoteche, il Sottovento e il Billionaire Club fra i primi, per i suoi negozi e per il lusso che in ogni dove si respira, ma bella per una miriade di ragioni differenti. Scopriamone insieme almeno quattro. Le spiagge. Sono le spiagge la vera attrazione che hanno fatto di Porto Cervo quell’angolo di mondo tanto amato ed apprezzato. Fra le più belle, che davvero non ci si può perdere ricordiamo le spiagge del piccolo e grande Pevero, Cala Granu, Cala del Faro, e nei suoi dintorni la Spiaggia del Principe e Romazzino. Il Gregoland. Si tratta di un incantevole parco giochi, dedicato ai più piccoli ma che evidentemente non smette di stupire e divertire anche i più grandi. I bambini lo adorano, soprattutto per le giostre insolite e originali, in grado di trasformare una breve escursione in una giornata da ricordare.

Scoprendo Trieste

La città di Trieste, capoluogo del Friuli Venezia Giulia, è conosciuta come meta turistica estiva e come punto di riferimento culturale e storico. Tra i monumenti più importanti ci sono sicuramente il Palazzo Leo, il Palazzo del Municipio, il Palazzo Modello e il Palazzo del Tergesteo. Gli amanti delle atmosfere suggestive e romantiche apprezzeranno il Castello di Miramare, che offre il bellissimo panorama del golfo di Trieste e il Castello di San Giusto. A Trieste è possibile visitare Musei di fama internazionale, come la Galleria Nazionale d’Arte Antica, il Museo Nazionale dell’Antartide, il Museo speleologico e l’ Antiquarium di Borgo S. Sergio. Tutte le mete turistiche e culturali sono facilmente raggiungibili, grazie all’ ottimo servizio interurbano di trasporto.

Alla scoperta di Monte Argentario e Orbetello

Gli abitanti del Comune di Monte Argentario si illudono di abitare in una località turistica conosciuta in tutta Italia. Questa illusione è data dalla consapevolezza di vivere in un luogo unico dal punto di vista naturale e dal fatto che il turismo è la principale economia dei due paesi del territorio, Porto S. Stefano e Porto Ercole, dagli anni ’30. Viaggiando e presentandosi alle reception degli alberghi o parlando con persone che abitano fuori Toscana, l’abitante di Monte Argentario, che si presenta sicuro che la sua provenienza sia subito accolta con esclamazioni entusiaste, resta spesso deluso da una manifesta indifferenza. Monte Argentario è un luogo così eccezionale che merita di essere conosciuto meglio e di essere visitato più spesso e non solo durante i classici mesi di pienone turistico di luglio e agosto. Descriverlo a parole non renderà mai merito a questo luogo. Per spiegare cosa è il monte Argentario bisogna mostrare una foto come quella in apertura. Subito ci si rende conto di essere davanti ad un luogo unico, non solo per l’Italia.