Lucca, le mura e le chiese

mappa centro storico di lucca

Se ti chiedo di dirmi 3 città turistiche toscane a bruciapelo quasi sicuramente mi risponderai Firenze, Siena, Pisa.

Se offro una ulteriore possibilità qualcuno avrà bisogno di un po’ di tempo prima di farsi venire in mente Lucca.

Eppure così sottovalutata, Lucca rivaleggia con qualsiasi città in Italia per fascino e bellezza. Una città che conserva benissimo la sua storia e visitandola si cammina tra botteghe con facciate medievali e art-nouveau, e lungo le magnifiche mura del 16 ° secolo, che sono state nominate per entrare tra i beni protetti dell’Unesco.

Lucca è situata in una pianura ai piedi delle alte Alpi Apuane ed è separata dalla costa tirrenica da un bordo verde di basse colline. Grazie alle sue mura impenetrabili, Lucca è rimasta una città indipendente fino al 19 ° secolo, molto tempo dopo che la maggior parte delle altre città toscane erano già far parte del Granducato di Toscana sotto il controllo di Firenze.

Lucca è conosciuta internazionalmente come la città dalle 100 chiese e non è un modo di dire. Visitarle tutte è quasi impossibile, visitare le più importanti è un obbligo turistico, ma ci sono altre cose da vedere.

L’anfiteatro romano (2 ° secolo DC) è sotterraneo, travolto dall’urbanizzazione. Da Via dell’Anfiteatro si può vedere una delle arcate originali. L’anfiteatro era di forma ellittica e aveva due livelli di 55 archi, uno sopra l’altro.

San Frediano duomo di lucca

Vescovo Frediano commissionò la costruzione della chiesa di San Martino nel 6 ° secolo e l’edificio divenne cattedrale nel 8 ° secolo. Papa Alessandro II lo ricostruì un paio di secoli dopo e in quest’ultima versione, Guidetto da Como creò la sua facciata: una serie di logge poggianti su pilastri e un atrio ricco di bassorilievi raffiguranti le quattro storie di San Martino, la controversia con gli ariani e il Martirio di San Regolo. Il grande scultore Nicola Pisano, ha aggiunto una Natività e la Deposizione. Il portico è decorato con i 12 mesi dell’anno.

All’interno troviamo il Volto Santo, una antica statua lignea di un Cristo barbuto sulla Croce, completamente vestito, leggendariamente scolpita da San Nicodemo. La croce si dice abbia contenuto alcune reliquie di Cristo.

La figura di marmo di Ilaria del Carretto è il più grande monumento di Lucca. Maria, 19 anni, moglie del nobile Paolo Guinigi, morta di parto, all’inizio del 15 ° secolo. A parte congelarla non c’è nulla che avrebbe potuto fare per immortalarla meglio lo scultore Jacopo della Quercia . La bella e giovane donna sembra essersi addormentata su un cuscino. Ai suoi piedi un cagnolino, simbolo di fedeltà.

Altre opere importanti nella cattedrale includono: Ultima Cena di Tintoretto (o della sua scuola) del16 ° secolo nel terzo altare, Madonna col Bambino di Domenico Ghirlandaio (15 ° secolo) nella sacrestia; Resurrezione del Giambologna (16 ° secolo) nella cosiddetta Cappella libertà al vertice della navata sinistra, Madonna col Bambino tra due Santi di Fra Bartolomeo (16 ° secolo) e Santo Apostolo di Jacopo della Quercia (nel transetto di sinistra).

Il Museo della Cattedrale inaugurato nel 1992 è pienodi oggetti legati al culto del Volto così come tesori della cattedrale: paramenti liturgici, corali, oggetti in argento, dipinti e statue.

Lucca è una delle poche città in Italia con una serie di mura difensive perfettamente integre (per quello che vale, sono, secondo il Guinness dei primati, il più grande insieme completamente conservato di pareti in Europa). Il circuito di 4 km di mura è stato avviato nel 1554 e ci è voluto quasi un secolo per completarlo. Alte dodici metri, si componono di 11 facciate continue, 10 bastioni e una piattaforma denominata San Frediano. La base è di 30 m di spessore. Sui bastioni, le piccole baracche ancora in piedi che ospitavano le guardie o le munizioni. Le mura di Lucca erano così intimidatorie che nessuno ha mai osato assediare la città.

L’unico pericolo che Lucca è mai stata chiamata a sopportare fù la grande alluvione del 1812 quando il fiume Serchio straripò e trasformò la pianura intorno a Lucca in un lago.

Maria Luisa di Borbone, su suggerimento della sorella di Napoleone, Elisabetta Baciocchi, trasformò i bastioni in un giardino pubblico. E ‘grazie a lei che la gente di Lucca ed i turisti possono fare una bella passeggiata serale  sotto gli alberi antichi: platani, querce, tigli e castagni.

La Piazza San Michele si trova sull’ex foro romano. La chiesa di San Michele in Foro del 795 DC fu ricostruita nel 11 ° secolo e completata nella sua forma attuale nel 14 ° secolo. La facciata bianco brillante è una fusione di stili gotico e romanico sotto un trionfante statua di San Michele Arcangelo che uccide il drago (13 ° secolo). Il campanile adiacente è il più alto di Lucca. Anche questa chiesa ospita pregevoli opere d’arte.

Altre chiese da visitare per la loro importanza artistica, la chiesa più antica di Lucca cioè San Frediano con la Fonta Lustra, un fonte battesimale su cui un anonimo artista scolpì Mosè che  attraversa il Mar Rosso, inseguito da egiziani in armatura medievale; San Giovanni e Reparata che ospita pezzi di terme romane, colonne, mosaici e negozi (180-100 aC) sotto il pavimento della chiesa attuale.

Lucca, le mura e le chiese ultima modifica: 2014-01-08T15:17:43+00:00 da Salvatore
Winter 468 x 60

About Salvatore

Divido la mia vita in blog, dove informo i miei lettori e vengo informato dai miei lettori. Scrivo ciò che conosco, leggo quel che voglio conoscere. Leggi tutti i miei articoli su Blog da seguire
This entry was posted in guida and tagged , . Bookmark the permalink.

Ci sei stato ? Ci andrai ? Lascia un commento